Stai valutando di acquistare un immobile all'asta?
CHIAMA IL NUMERO

logo_chiama_ora(1)

Cancellazione dell’ipoteca aste immobiliari

Valerio Pisano

Valerio Pisano

Ideatore e fondatore del metodo Aste&Investimenti

Per cancellare un’ipoteca su un immobile che è stato venduto all’asta esistono diverse modalità, a seconda del contesto e del tipo di procedura in corso.

Nel caso di un’asta giudiziaria, quando il giudice emette il Decreto di trasferimento, viene specificato che la Conservatoria dei registri immobiliari deve cancellare le ipoteche presenti sull’immobile.

Tuttavia, il giudice può cancellare solo le ipoteche legate alla procedura di esecuzione in corso. Se ci sono ipoteche iscritte successivamente, è necessario richiedere al giudice che ha emesso l’ordine di pignoramento di cancellarle. È importante prestare attenzione a questo aspetto, poiché non tutte le ipoteche possono essere cancellate dal giudice dell’esecuzione.

Una volta ottenuto il Decreto di trasferimento, il delegato alla vendita, che può essere un conservatore o un professionista incaricato, si occupa di effettuare i pagamenti e le cancellazioni delle ipoteche presso la cancelleria.

Nel caso di un fallimento, il curatore fallimentare ha il compito di far cancellare le iscrizioni ipotecarie sull’immobile. La procedura può variare leggermente a seconda del tipo di fallimento e delle disposizioni legali applicabili. In alcuni casi, il trasferimento dell’immobile avviene tramite atto notarile, e il notaio incaricato si occupa delle cancellazioni delle ipoteche dopo aver completato la procedura fallimentare.

In generale, è consigliabile consultare un avvocato specializzato in diritto immobiliare o un notaio per ottenere informazioni precise e personalizzate sulla cancellazione delle ipoteche in relazione a una situazione specifica.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Valerio Pisano

Valerio Pisano

Ideatore e fondatore del Metodo Aste&Investimenti