Stai valutando di acquistare un immobile all'asta?
CHIAMA IL NUMERO

logo_chiama_ora(1)

Casa all’asta, devo risanare l’abuso?

Valerio Pisano

Valerio Pisano

Ideatore e fondatore del metodo Aste&Investimenti

Le difformità catastali o le violazioni edilizie presenti su un immobile acquistato all’asta possono sollevare domande riguardo l’obbligo di sanarle o ripristinarle. Tuttavia, in questo caso, è importante fare alcune distinzioni.

Se nel Decreto di trasferimento dell’immobile è specificato che è necessario ripristinare l’abuso entro un certo periodo di tempo (ad esempio 320 giorni) o sanare l’immobile entro un’altra scadenza (ad esempio 120 giorni), allora c’è effettivamente un obbligo in questo senso.

È importante notare che solitamente non vi è alcun controllo da parte delle autorità per verificare se l’abuso è stato effettivamente ripristinato entro la scadenza prevista.

Inoltre, bisogna comprendere che l’obbligo di ripristino può variare a seconda delle circostanze e delle leggi locali. Ad esempio, se si desidera rivendere l’immobile dopo un anno, potrebbero sorgere dei problemi se l’abuso non è stato corretto. Mentre il Tribunale può venderlo “così com’è” al momento dell’asta, come privato che vende a un altro privato non è possibile trasferire l’immobile con violazioni edilizie.

La risposta alla domanda “si è obbligati a ripristinare o sanare l’abuso?” è che dipende dalle specifiche disposizioni contenute nel Decreto di trasferimento ma è importante considerare che l’obbligo potrebbe non richiedere un’immediata riparazione o ripristino, e potrebbe essere soggetto a diverse interpretazioni.

Inoltre, è comune sentire affermazioni sul cosiddetto “articolo 40” che prevede un periodo di 120 giorni per richiedere la sanatoria di abusi edilizi presso il Comune competente.

L’applicabilità di tale articolo dipende dalla natura del credito, che deve essere antecedente all’ultimo condono edilizio, solitamente antecedente al 31 marzo 2003. Non è garantito che l’articolo 40 sia sempre applicabile, quindi è necessario verificare le circostanze specifiche e le leggi locali per determinare l’eventuale obbligo di richiedere la sanatoria.

È consigliabile consultare un avvocato specializzato in diritto immobiliare per ottenere informazioni e consulenza specifiche in base alle leggi e alle disposizioni locali.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Valerio Pisano

Valerio Pisano

Ideatore e fondatore del Metodo Aste&Investimenti